Architettura
Concorso Internazionale “passerella Via Zucca a Cittadella”_ Padova
La passerella viene pensata con l’obbiettivo di ricucire due porzioni di territorio e nel pensare al disegno progettuale si è partiti dal voler considerare l’attraversamento non solo come un semplice collegamento tra i due estremi o come superamento, ma come un elemento che si potesse inserire ed integrare nel territorio. La passerella, allora, sarà cangiante e vibrante alla luce naturale ed artificiale e la pavimentazione che materializza il cammino dovrà invitare al passaggio sereno, al percorso-scoperta da un lato all’altro,in un unico lancio, un unico balzo: DE PARTE A PARTE, come dicono in Spagna, un CAMINO EN EL AIRE. Sin da lontano l’opera assume una configurazione simile a quella delle mura della città, le merlature corrono sulle due sponde della passerella su un terrapieno verde; man mano che l’utente si avvicina la composizione del manufatto cambia radicalmente, l’occhio umano inizia a distinguere i corpi vibranti del camminamento disposti in serie che sembrano quasi scomporsi, frazionarsi e allungarsi.